Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza: cosa cambia per le aziende e come adeguarsi?

Novità
thumb_ARTICOLO-criticita_1577716630.jpg

Il punto cardine della normativa è l'obbligo di dotarsi di procedure idonee a prevedere stati di crisi e di possibile perdita della continuità aziendale. Adotta un ERP all'avanguardia per rilevare gli indici d’allerta dello stato d'insolvenza.

In gennaio è uscita una nuova normativa che rivede completamente la gestione dei fallimenti e delle crisi di impresa che ha dato vita al Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza (Decreto Legislativo 12 gennaio 2019, n. 14). La riforma entrerà in vigore nel suo complesso il 15 agosto 2020, anche se alcune norme sono già entrate in vigore il 16 marzo 2019 e avranno ripercussioni nelle nostre aziende già nelle prossime settimane. Il punto cardine della normativa è l'obbligo imposto a tutte le imprese di dotarsi di procedure idonee a prevedere stati di crisi e di possibile perdita della continuità aziendale.

Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza fornisce alle aziende nuovi strumenti per la diagnosi precoce dello stato di difficoltà, con l’obiettivo di garantire la continuità aziendale. 

 

Grazie ad un assetto tecnologico adeguato ovvero dotandosi degli strumenti tecnologici necessari è possibile impostare la corretta rilevazione degli indici d’allerta dello stato d’insolvenza.

L’obiettivo principale è quello di accrescere la cultura delle PMI italiane per fare in modo che siano in grado di dotarsi di strumenti e procedure idonei ad individuare situazioni critiche dal punto di vista della solvibilità prima che queste sfocino in vere e proprie crisi irreversibili. Con questa norma vengono privilegiate soluzioni e strumenti che assicurino la continuità aziendale e la risoluzione della crisi, l’attenzione si rivolge sempre più, quindi, alla tutela dei debitori.

Tra le misure della riforma:

  • Procedure di allerta,
  • Organi di controllo,
  • Piani attestati,
  • Accordi di ristrutturazione,
  • Concordato preventivo e in continuità,
  • Liquidazione giudiziale.

Con il Codice della crisi d’impresa, anche l'Italia si dota di un diritto della crisi e dell'insolvenza, al passo con le sollecitazioni da parte dell’UE. Una legge che non può più essere chiamata “fallimentare”, perché offre agli imprenditori (e non solo) degli strumenti per prevenire il definitivo dissesto dell'impresa.

Il Codice della crisi e dell’insolvenza d’impresa pone la necessità di un assetto tecnologico adeguato per la rilevazione degli indici d’allerta.

Grazie ad un assetto tecnologico adeguato ovvero dotandosi degli strumenti tecnologici necessari è possibile impostare la corretta rilevazione degli indici d’allerta dello stato d’insolvenza, indici facilmente rilevabili e recuperabili solo avendo a disposizione un GESTIONALE all’avanguardia, come Microsoft Dynamics 365 Business Central, unitamente allo studio approfondito del cash flow e della tesoreria.

Compila il form sottostante se sei interessato a ricevere maggiori informazioni sul tema

Richiedi Informazioni

Sei interessato a questo prodotto? Compila il seguente form:
Oggetto della richiesta
Richiedi informazioni su: Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza: cosa cambia per le aziende e come adeguarsi?

A tutela della tua privacy, secondo quanto stabilito dal Regolamento (UE) 2016/679 ed in adempimento alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003, Soluzioni EDP® S.r.l. ti garantisce che i dati personali raccolti in questo form verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste di informazioni indicate nel campo 'messaggio' o 'oggetto della richiesta' del seguente modulo.
Dati Personali raccolti: cognome, email, nome, numero di telefono e ragione sociale.
I tuoi dati non verranno in alcun modo ceduti a terzi per finalità di marketing slegate dalle attività di Soluzioni Edp.

Per comunicare con te potremmo, per l'invio di email, avvalerci della piattaforma Mailup che, attraverso sistemi di tracciamento statistico, consente di rilevare l'apertura di un messaggio, i click effettuati sui collegamenti ipertestuali contenuti all'interno dell'email, da quale indirizzo IP o con quale tipo di browser viene aperta l'email, e altri dettagli simili. La raccolta di tali dati è funzionale all'utilizzo della piattaforma e costituisce parte integrante delle funzionalità del sistema di invio dei messaggi.

I tuoi dati verranno conservati per il tempo strettamente necessario ad adempiere alla richiesta contenuta nel form.
I tuoi dati saranno conservati per tutto il tempo necessario all'adempimento della richiesta in territorio Europeo e protetti secondo il Regolamento (UE) 2016/679.
I tuoi dati saranno protetti con tutti i migliori ed attuali sistemi di protezione.

Soluzioni EDP® S.r.l. adotta le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
I tuoi dati saranno trattati presso la sede operativa di Soluzioni EDP® S.r.l. in Viale Garibaldi, 51 Vercelli (Italia). Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate.
Tu hai il diritto, in qualunque momento, di chiedere la modifica o la cancellazione totale (diritto all'oblio) dei tuoi dati personali in possesso di Soluzioni EDP® S.r.l.: basta una mail a privacy@soluzioniedp.it o contattandoci in altro modo.
Per conoscere nel dettaglio le politiche di privacy e di protezione dei dati personali degli utenti del sito, fermo restando quanto sopra scritto, puoi cliccare qui