Transizione 4.0 e PNRR: gli incentivi per le imprese

News
thumb_A_transizione-tecn_1626337929.jpg

A febbraio 2021 il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la necessità di «estendere e rendere facilmente fruibile il piano nazionale della Transizione 4.0 per accompagnare le imprese nel processo di innovazione tecnologica e di sostenibilità.

A febbraio 2021 il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la necessità di «estendere e rendere facilmente fruibile il piano nazionale della Transizione 4.0 per accompagnare le imprese nel processo di innovazione tecnologica e di sostenibilità ambientale».

Vediamo alcune delle forme agevolative a disposizione delle aziende per «rendere facilmente fruibile il piano Transizione 4.0».

AGEVOLAZIONI NAZIONALI - M.I.S.E., M.I.U.R., ecc.

  • Credito d’imposta BENI STRUMENTALI NUOVI e per adeguamento ambienti di lavoro:
  • BENI MATERIALI E IMMATERIALI «INDUSTRIA 4.0»
  • BENI MATERIALI E IMMATERIALI GENERICI
  • Credito d’imposta Ricerca & Sviluppo, innovazione tecnologica e altre attività innovative
  • Credito d’imposta Formazione 4.0
  • BANDI MISE, INVITALIA….

AGEVOLAZIONI LOCALI – Regioni, Province, Camere commercio

  • Regionali - Fondi POR FESR, Fondi PSR FEASR, Fondi POR FSE, ecc.
  • Provinciali - Camera di Commercio Bandi PID

IPERAMMORTAMENTO 2016-2019

  • Supervalutazione del 250%-270% beni materiali
  • Supervalutazione del 140% beni immateriali

Credito Imposta 2020

  • Credito imposta del 40% (minore di 2,5M€) o 20% (superiore a 2,5 M€) per investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing.
  • Credito imposta del 15% per investimenti in beni immateriali quali software
  • Recuperabile in 5 anni materiali e 3 anni immateriali dall’anno successivo

Credito Imposta 2021

  • Credito imposta del 50% (minore di 2,5M€) o 30% (superiore a 2,5 M€) per investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing.
  • Credito imposta del 20% per investimenti in beni immateriali quali software
  • Recuperabile in 3 anni materiali e immateriali dall’anno in cui è intervenuta l’interconnessione per gli investimenti in beni materiali e immateriali 4.0 NB: Se l’interconnessione avviene in un periodo d’imposta successivo a quello di entrata in funzione il credito può essere fruito per la parte spettante riconosciuta per i beni “generici”.

 

Classificazione dei beni

Gli investimenti devono rientrare in uno dei due allegati della circolare 4/E del 30/03/2017 – Allegati A e B

Allegato A – Beni materiali (beneficiano dell’iperammortamento)

1) Macchine e impianti di produzione: beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti

2) Macchine e sistemi impiegati per il controllo del prodotto o del processo: sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità

3) Sistemi interattivi: dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0.

 

Allegato B – Beni immateriali (beneficiano del superammortamento)

Software: beni immateriali (software, sistemi e/o system

integration, piattaforme e applicazioni)

 

Vincoli di tipo tecnico

Il bene strumentale deve rispettare le caratteristiche tecniche, tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A della legge n. 232 del 2016 (Legge di Stabilità 2017) e successivi leggi/emendamenti in particolare:

1. Controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller)

2. Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program

3. Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo

4. Interfaccia tra uomo e macchina (HMI, ndr) semplici e intuitive

5. Rispondenza ai più recenti standard in termini di sicurezza, salute e igiene del lavoro

 

Il bene strumentale deve essere dotato di almeno due tra le seguenti caratteristiche per renderlo “assimilabile e/o integrabile a sistemi cyberfisici”:

1. Sistemi di tele manutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto

2. Monitoraggio in continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo

3. Caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo

(sistema cyberfisico)

Credito di imposta beni strumentali

Il credito d’imposta spettante è pari al:

10% per beni materiali, con investimenti fino a 2 mln €

10% per beni immateriali, con investimenti fino a 1 mln € (dal 2021 6%)

15% per beni strumentali, materiali e immateriali, destinati all’organizzazione di forme di lavoro AGILE

 

Recuperabile in 3 anni materiali e immateriali

(se volume affari < 5 M€ unica tranche)

 

Credito imposta Ricerca & Sviluppo

Strumento agevolativo per stimolare la spesa privata in Ricerca e Sviluppo volta all’innovazione di prodotto, innovazione di processo oltre che Design ed ideazione estetica, garantendo la competitività futura delle imprese.

Tra i costi agevolabili rientrano:

le spese del personale titolare di rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o altro rapporto diverso dal lavoro subordinato (compresi gli amministratori);

Contratti/commesse di ricerca attribuite ad università, enti di ricerca, altre imprese ed anche a liberi professionisti

Sono poi agevolabili altre tipologie di costi, quali costi di consulenza connessi a tali attività, quota parte dell’ammortamento di strumenti, attrezzature e software per il periodo di

utilizzo nei progetti, eventuali materiali utilizzati per prove o nella realizzazione di prototipi.

 

Il credito d’imposta spettante è pari al:

12% per le attività di ricerca e sviluppo, con un massimale di beneficio

per azienda pari a 3 mln €

6% per le attività di innovazione tecnologica e di processo e per quelle

di design e ideazione estetica

10% per le attività di innovazione tecnologica aventi un obiettivo

digitale 4.0 e/o ecologico/ecosostenibile.

 

20% per le attività di ricerca e sviluppo, con un massimale di beneficio per azienda pari a 4 mln €

10% per le attività di innovazione tecnologica e di processo e per quelle di design e ideazione estetica

15% per le attività di innovazione tecnologica aventi un obiettivo digitale 4.0 e/o ecologico/ecosostenibile. 

Richiedi Informazioni

Sei interessato a questo prodotto? Compila il seguente form:
Oggetto della richiesta
Richiedi informazioni su: Transizione 4.0 e PNRR: gli incentivi per le imprese

A tutela della tua privacy, secondo quanto stabilito dal Regolamento (UE) 2016/679 ed in adempimento alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003, Soluzioni EDP® S.r.l. ti garantisce che i dati personali raccolti in questo form verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste di informazioni indicate nel campo 'messaggio' o 'oggetto della richiesta' del seguente modulo.
Dati Personali raccolti: cognome, email, nome, numero di telefono e ragione sociale.
I tuoi dati non verranno in alcun modo ceduti a terzi per finalità di marketing slegate dalle attività di Soluzioni Edp.

Per comunicare con te potremmo, per l'invio di email, avvalerci della piattaforma Mailup che, attraverso sistemi di tracciamento statistico, consente di rilevare l'apertura di un messaggio, i click effettuati sui collegamenti ipertestuali contenuti all'interno dell'email, da quale indirizzo IP o con quale tipo di browser viene aperta l'email, e altri dettagli simili. La raccolta di tali dati è funzionale all'utilizzo della piattaforma e costituisce parte integrante delle funzionalità del sistema di invio dei messaggi.

I tuoi dati verranno conservati per il tempo strettamente necessario ad adempiere alla richiesta contenuta nel form.
I tuoi dati saranno conservati per tutto il tempo necessario all'adempimento della richiesta in territorio Europeo e protetti secondo il Regolamento (UE) 2016/679.
I tuoi dati saranno protetti con tutti i migliori ed attuali sistemi di protezione.

Soluzioni EDP® S.r.l. adotta le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
I tuoi dati saranno trattati presso la sede operativa di Soluzioni EDP® S.r.l. in Viale Garibaldi, 51 Vercelli (Italia). Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate.
Tu hai il diritto, in qualunque momento, di chiedere la modifica o la cancellazione totale (diritto all'oblio) dei tuoi dati personali in possesso di Soluzioni EDP® S.r.l.: basta una mail a privacy@soluzioniedp.it o contattandoci in altro modo.
Per conoscere nel dettaglio le politiche di privacy e di protezione dei dati personali degli utenti del sito, fermo restando quanto sopra scritto, puoi cliccare qui