Fatturazione elettronica: importanti chiarimenti dell’Agenzia Entrate

News
thumb_ARTICOLO-FEcountodown-BLU_1547030265.jpg

Attraverso la pubblicazione di nuove FAQ l'Agenzia delle Entrate illustra il passaggio dalla fattura cartacea a quella elettronica, la compilazione dei singoli campi del file XML nonché la gestione delle operazioni verso i consumatori final

Lo scorso 21 dicembre l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato nell’apposita area tematica del proprio sito, dieci nuove FAQ (risposte alle domande più frequenti) che potete scaricare cliccando qui, relative alla fatturazione elettronica, che si aggiungono alle precedenti pubblicate il 27 novembre 2018.

Con riferimento alle FAQ del 27 novembre si evidenzia, tuttavia, che è stata aggiornata un’importante risposta concernente il passaggio dalla fattura cartacea a quella elettronica, come da comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 28 dicembre 2018.
Nel dettaglio, è stato chiesto all’Agenzia delle Entrate come devono essere trattate le fatture di acquisto datate 2018 ma ricevute nel 2019 non in formato elettronico, bensì cartacee oppure via mail.

La prima parte della risposta conferma quanto già scritto dall’Amministrazione finanziaria lo scorso mese di novembre, mentre è stata aggiunta un’ultima frase, che di seguito si riporta evidenziata in grassetto: "L’obbligo di fatturazione elettronica scatta, in base all’art. 1, comma 916, della legge di Bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017 n. 205),per le fatture emesse a partire dal 1° gennaio 2019. Pertanto, il momento da cui decorre l’obbligo è legato all’effettiva emissione della fattura. Nel caso rappresentato, se la fattura è stata emessa e trasmessa nel 2018 (la data è sicuramente un elemento qualificante) in modalità cartacea ed è stata ricevuta dal cessionario/committente nel 2019, la stessa non sarà soggetta all’obbligo della fatturazione elettronica. Ovviamente, se il contribuente dovesse emettere una nota di variazione nel 2019 di una fattura ricevuta nel 2018, la nota di variazione dovrà essere emessa in via elettronica. In definitiva, se la fattura o la nota di variazione riporta una data dell’anno 2018, la fattura potrà non essere elettronica; se la fattura o la nota di variazione riporta una data dell’anno 2019, la fattura dovrà essere elettronica".

Per quanto riguarda le nuove FAQ, assumono rilevanza quelle relative:
- all’emissione della fattura elettronica da parte degli esercenti commercio al dettaglio nei confronti dei clienti consumatori finali, con particolare riferimento al periodo transitorio introdotto dal DL n. 119/2018.

- alla compilazione dei campi del file XML nei casi di assolvimento dell’imposta di bollo, di fattura nei confronti di un cliente esportatore abituale, di esposizione del contributo Enasarco nonché di indicazione degli estremi del documento di trasporto in presenza di fattura differita.

Viene, inoltre chiarito che qualora il consumatore finale richieda, al momento di effettuazione dell’operazione, l’emissione della fattura, l’esercente potrà alternativamente:

a) emettere una ricevuta fiscale o uno scontrino fiscale da utilizzare come documenti idonei per l’emissione di una fattura differita (in tal caso l’ammontare dei corrispettivi certificati da ricevuta/scontrino fiscale e oggetto di fatturazione differita deve essere scorporato dal totale giornaliero dei corrispettivi);

b) emettere una fattura immediata, trasmettendo al SdI entro i termini della liquidazione periodica, la fattura recante l’indicazione della data di effettuazione dell’operazione e rilasciando al cliente, al momento di effettuazione dell’operazione, apposita quietanza che assume rilevanza solo commerciale e non fiscale, ovvero una stampa della fattura o dalla ricevuta del POS in caso di pagamento elettronico. Resta ferma la possibilità di rilascio dallo scontrino/ricevuta fiscale (in tale caso l’ammontare dei corrispettivi oggetto di fatturazione andrà scorporato dal totale dei corrispettivi giornalieri).
Si ricorda che, qualora il cliente sia un consumatore finale (operazione B2C),l’esercente dovrà comunque mettere a disposizione della controparte, al momento dell’emissione della fattura elettronica, una copia analogica o elettronica della fattura, salvo che il cliente non vi rinunci.

 

Per Maggiori chiarimenti si rimanda al sito dell'Agenzia delle Entrate.
 

thumb_FE-COPERTINA-schermini-BLU_1547033688.jpg

Ancora alla ricerca di una soluzione per la Fatturazione Elettronica? La soluzione sviluppata da Soluzioni EDP per la Fatturazione Elettronica è studiata per tutte le imprese, dalle PMI, alle grandi aziende ai liberi professionisti e comunica e si interfaccia con qualsiasi ERP. SCOPRI DI PIU' Offre una combinazione di strumenti integrabili e personalizzabili in base alle esigenze di ogni azienda, come ad esempio la gestione delle caselle PEC, la Firma Digitale e la Conservazione Sostitutiva a Norma. 

Richiedi Informazioni

Sei interessato a questo prodotto? Compila il seguente form:
Oggetto della richiesta
Richiedi informazioni su: Fatturazione elettronica: importanti chiarimenti dell’Agenzia Entrate

A tutela della tua privacy, secondo quanto stabilito dal Regolamento (UE) 2016/679 ed in adempimento alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003, Soluzioni EDP® S.r.l. ti garantisce che i dati personali raccolti in questo form verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste di informazioni indicate nel campo 'messaggio' o 'oggetto della richiesta' del seguente modulo.
Dati Personali raccolti: cognome, email, nome, numero di telefono e ragione sociale.
I tuoi dati non verranno in alcun modo ceduti a terzi per finalità di marketing slegate dalle attività di Soluzioni Edp.

Per comunicare con te potremmo, per l'invio di email, avvalerci della piattaforma Mailup che, attraverso sistemi di tracciamento statistico, consente di rilevare l'apertura di un messaggio, i click effettuati sui collegamenti ipertestuali contenuti all'interno dell'email, da quale indirizzo IP o con quale tipo di browser viene aperta l'email, e altri dettagli simili. La raccolta di tali dati è funzionale all'utilizzo della piattaforma e costituisce parte integrante delle funzionalità del sistema di invio dei messaggi.

I tuoi dati verranno conservati per il tempo strettamente necessario ad adempiere alla richiesta contenuta nel form.
I tuoi dati saranno conservati per tutto il tempo necessario all'adempimento della richiesta in territorio Europeo e protetti secondo il Regolamento (UE) 2016/679.
I tuoi dati saranno protetti con tutti i migliori ed attuali sistemi di protezione.

Soluzioni EDP® S.r.l. adotta le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
I tuoi dati saranno trattati presso la sede operativa di Soluzioni EDP® S.r.l. in Viale Garibaldi, 51 Vercelli (Italia). Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate.
Tu hai il diritto, in qualunque momento, di chiedere la modifica o la cancellazione totale (diritto all'oblio) dei tuoi dati personali in possesso di Soluzioni EDP® S.r.l.: basta una mail a privacy@soluzioniedp.it o contattandoci in altro modo.
Per conoscere nel dettaglio le politiche di privacy e di protezione dei dati personali degli utenti del sito, fermo restando quanto sopra scritto, puoi cliccare qui